Tu chiamale se vuoi indianate

Da quando vivo in India, mi sono successe tantissime cose strane, cose che voi umani non potete neanche immaginare, cose che nel mondo vero non possono esistere. Un solo post per descrivere tutte le stranezze dell’India sarebbe troppo lungo quindi ho deciso di scrivere le 3 cose più strane che mi sono successe in India nell’ultimo mese. Sì lo so, è già la seconda lista, ma devo sbrigarmi a scrivere tutto perché fra soli tre giorni sbarcherò a Fratte City e quando arriverò a Fratte City scriverò solo di Fratte City!

  • Aperitivo italiano

Ho pregato tutte le divinità induiste per più di un anno chiedendo sempre la stessa cosa: “mandaci un aperitivo degno del suo nome”. Dopo un anno mi ero stancata, e da brava infedele avevo riposto ogni speranza in un cassetto chiamato “lo farai in Veneto”. Mi ero venduta al vinaccio indiano per poi pentirmene amaramente, il mio stomaco chiedeva aiuto, la mia sete era ormai implacabile, neanche a dirlo, bestemmiavo peggio di Mosconi. Mia nonna materna mi diceva “mai disperare” quella paterna invece mi dice: “al peggio non c’è mai fine”, ormai sicura che la nonna paterna qui in India avesse ragione sempre, avevo perso la speranza finché una sera uscimmo con uno chef pugliese che lavora in un hotel qui a Pune. Da bravo pugliese è un burlone, come Lino Banfi, e, riconoscendo in me la vera cretina della compagnia, ogni volta mi fa sempre lo stesso scherzo: “Michela, gentilmente vai velocemente dentro perché ci sono dei terroristi/persone armate/ladri/mafiosi indiani”. Io che sono stupida ci casco SEMPRE. Ma torniamo a noi, la prima volta che lo chef mi fece lo scherzo “scappa ci sono i terroristi” io scappai veramente, mi incazzai così tanto che lui per placare la mia rabbia disse: “vabbé dai sabato c’è l’aperitivo italiano.” SBAM. Michela vide la luce, dagli occhi lacrimava sangue, sabato un angelo illuminò la strada ed io andai ad un vero aperitivo italiano. La cosa strana: c’era lo spriz.

  • Europei = sporchi

Se c’è una cosa che gli indiani sanno fare bene è distorcere la verità a loro piacimento. Gli indiani te la raccontano come vogliono. Ma non balle come le nostre del tipo “la mafia non esiste”, qua le sparano grosse, grosse del tipo “in Europa siete proprio sporchi”. Bah sarà che noi non ci siamo mai levati il vizio di buttare immondizia dove capita, sarà che difficilmente raccogliamo la cacca del cane, ma su questo punto a me sembra che gli indiani ci fanno scuola alla grande. Dovete sapere che quando dite ad un indiano “ma non buttare per terra. Butta nel cestino” probabilmente lui ti risponderà “ma il cestino lo svuotano per terra”, e la maggior parte delle volte è vero! Qua non è solo alla cacca di cane che devi stare attento, ci sono mille varietà di cacca da schivare! E vogliamo parlare dei loro sputi da tabacco?! Vere e proprie bombe batteriologiche che possono arrivare da ogni dove. Parliamo poi del loro vizio di bruciare la plastica in strada? La cosa strana: ma veramente devo specificare la cosa strana?

  • La mia maid

Meravigliosa, fantastica maid, degna erede di M. pulizie ad uccello nonché sua carissima amica. La mia maid è brava, soprattutto con Giuliano, attenta, animalista, pulita, gentile e soprattutto geniale nell’antica arte indiana dell’inventare! Voi pensate di essere degli imbattibili e fantasiosi raccontaballe (si io lo pensavo) beh, in confronto alle maid indiane siete dei dilettanti. L’ultimo evento memorabile è successo venerdì quando entrando nella camera degli ospiti l’ho trovata nel letto che dormiva beatamente. Esterrefatta dalla scena, ho deciso di chiamarla con garbo (non sia mai si svegliava incazzata), lei ancora prima di aprire gli occhi si stava già giustificando! Alla fine non era colpa sua ma colpa di una medicina presa per la nausea provocata dalla vista del vomito del cane. Dopo la pennica era bella pimpante eh non preoccupatevi!        La cosa strana: beh io pago una persona per dormire, di fatto ho creato una nuova professione.

In conclusione, tu che ti stai recando nella più grande democrazia del mondo aspettati di tutto perché ti succederà di tutto!

10356216_1634125823491644_281182473557487462_n

Copyright 2015  Tutti i diritti riservati

Le immagini contenute in questo articolo sono di proprietà mia e della maid mentre dorme.

Ne e’ vietata la vendita, la riproduzione, l’utilizzo e la distribuzione senza autorizzazione scritta del proprietario.

Annunci

Un pensiero su “Tu chiamale se vuoi indianate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...