E mo basta veramente però.

Ieri ho letto un bellissimo articolo, lei è mamma e vive in Kuwait che non è proprio un paese facile facile. Il suo articolo mi ha fatto venire in mente un sacco di gente che pensa che la mia vita qui sia una passeggiata, ma non una passeggiata di quelle che ti costringe a fare il dottore, una di quelle belle che fai semplicemente perché non hai niente di meglio da fare. Mi dispiace belli miei, ma qui non è che io passi sempre dei giorni rosei, lo so che capita a tutti la mia differenza è che qui non ho vecchi amici da incontrare, non c’è la mia famiglia che mi ascolta, non ci sono serate fra amiche rilassanti in cui ti racconti gossip e ti sfidi a chi ha il compagno più animale!

Molte persone usano quella parola con la M che a me a volte fa tanto arrabbiare. La parola è “mantenuta”. Si ah, più di una volta qualcuno mi ha chiesto: “ma non ti pesa fare la mantenuta? ma hai sempre voluto fare la mantenuta? Che bella vita la mantenuta”.

Intanto che domande sono? Ma secondo te io ho sempre voluto fare la mantenuta??? Si ah, non vedevo l’ora di finire l’università e dover chiedere a mio marito i soldi per comprare da mangiare, non vedevo l’ora di dipendere da lui in tutto. Forse vi sfuggono tanti dettagli, per esempio lo sapete che io sono a casa da sola dalle 7 del mattino alle 7 di sera (quando torna in orario)? E in queste 12 ore cerco di tenermi impegnata più che posso ho il volontariato in orfanotrofio, le lezioni di inglese e di italiano e ovviamente ho Giuliano e tutto questo lo faccio gratis anche perché per adesso non posso lavorare. Non posso avere una mia SIM personale, non posso guidare, non posso andare al bar da sola, non posso vestirmi come voglio e quando fumavo non potevo neanche fumare dove cavolo mi pareva perché qua le donne non fumano per strada. Vi sembreranno scemenze ma già il fatto di non poter guidare, non avere i propri soldi e non poter fare niente senza il proprio marito non è proprio bellissimo. Non è divertente doversi sempre guardare le spalle, non poter scherzare con chi voglio, non potersi fidare mai di nessuno e non è bello essere sempre fissata da tutti i maschi che lavorano per la mia society.

Molte donne credono che io sia qui a vivere di SPA, sghignazzate fino all’alba, flirt con il giardiniere e tanto tanto divertimento. Beh care mie alla SPA ci sono andata solo una volta con mio marito, ho passato tutto il pomeriggio da sola perché la sauna, l’idromassaggio e il bagno turco sono separati per i maschi e le femmine. Sghignazzate fino all’alba un paio di palle, casomai c’è odio fino all’alba perché qualche ignoto molestatore della quiete decide che la musica va tenuta altissima fino a notte fonda e si ricomincia all’alba. Flirt con il giardiniere… è alto un metro e ha la gobba io mi fermerei qua. Tanto divertimento… si a volte c’è ma non è taaaanto di più del vostro. Anche perché gli induisti fanno festa sempre ma “la ditta colpevole del nostro trasferimento” no. Per farvi capire io pasquetta non l’ho passata in famiglia o fra amici ma ero a casa da sola perché PCLPLDCDNT partii per un altro stato dell’India. Non sto qua a dirvi i miei primi mesi a Pune, da sola in un paese diverso con zero amici e zero cose da fare. È stato un incubo.

Per venire qua ho rinunciato a (quasi) tutto e l’ho fatto perché credo nella nostra vita futura insieme. L’ho fatto per noi mettendo da parte i miei sogni, e vi giuro che non è sempre facile ma ne vale la pena. Con questo voglio dire che la mia vita fa schifo? No e non voglio neanche dire che la mia vita è molto più difficile di quella di una donna della mia età che cerca di costruirsi un futuro in Italia, anzi credo che lei sia molto più coraggiosa di me. Sarebbe molto più semplice se tutti la smettessimo di guardare la vita degli altri e giudicarla, sarebbe anche più rispettoso e risparmieremmo un sacco di tempo perché, come dice una frase che gira su Fb e mi piace tanto, “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre”.

Annunci

15 pensieri su “E mo basta veramente però.

  1. Sono i pregiudizi generali verso categorie grandissime, che diventano stereotipi. Io ogni volta che dico che vivo in Spagna mi rispondono: che bello, tutto mare e uomini ‘calienti’. Sì, sì, il mare lo vedo quando vado in vacanza, in altri Paesi, e sugli uomini calienti caliamo un velo pietoso. Mi fa ridere quest’ immagine di me che può avere la gente che mi conosce superficialmente: in perenne costume da bagno, circondata da maschioni, con boccia di sangria in mano e un torero per amico. E io non bevo alcol e sono vegana!

    Mi piace

  2. Bravissima! Poi sono “scemenze” finché ci devi rinunciare tu, ma se toccasse a chi la sa sempre più lunga vorrei proprio vedere. Tanto ci sono quelli ce come la fai la fai loro staranno sempre peggio e tu vivi in paradiso

    Mi piace

    • E ma così fi fai ingelosire! Anch’io spero di andare in Brasile prima o dopo, in ogni caso anche quello è un paese con grosse difficoltà. Ma c’è chi crede sia solo lambade e cocktail come credono che l’India sia tutta spirituale e che la gente sia un amore.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...