Rickshawwwwwww

Se vuoi vivere in India devi prima imparare ad urlare “rickshawwwwww”, se non lo sai fare cara amica mia, parti già con il piede sbagliato! Io neanche a dirlo sono partita con il piede sbagliatissimo. Appena arrivata in India cercavo di nascondermi il più possibile, provavo a passare inosservata e cercavo di non disturbare nessuno in modo da non essere disturbata da nessuno… non fa una piega! Figuriamoci se mi passava per la mente di prendere il rickshaw facendo il tipico richiamo RICKSHAWWWWW. Per riuscire ad arrivare a destinazione con il rickshaw devi per forza interagire con i rickshaw driver e certe volte non è per niente facile. Con il rickshaw driver non puoi tentennare, devi essere deciso, sicuro di te, conoscere tutte le regole per non farti fregare, ma soprattutto, devi accettare il fatto che qualche volta ti dicono “Yes Ma’am, yes yes” ma in realtà non hanno capito un cavolo! Quando sarete pronte ad affrontare il driver inizierà il vostro viaggio in rickshaw.

Come ho già detto qui, l’India non ha regole stradali, non esistono e se esistono nessuno le rispetta, i cartelli sono ornamenti, robaccia da buttare. Mi ricordo che un giorno ero in macchina con una mia amica e ad un certo punto troviamo la strada chiusa, anzi, c’era il cartello “strada chiusa per lavori” ma tutti passavano come se niente fosse e nessuno li fermava! Si perché se ti bevi una birretta piccola camminando per strada arrivano subito a dirti che non si fa ma se passi con il rosso, tagli la strada a qualcuno o corri a zig zag come un pazzo furioso va sempre bene! L’India è così, non mi stancherò mai di dirlo, non c’è mai una logica precisa.

Torniamo ai nostri driver, per chi non sapesse cos’è un rickshaw non è altro che un ape piaggio! Se cari miei il taxi qui è l’ape piaggio e non ridete perché certi rickshaw sembrano missili impazziti ed è proprio questo il problema. Se le normali macchine non rispettano il codice stradale, il rickshaw driver non solo non rispetta il codice della strada ma non sa neanche che esista! Loro si insinuano ovunque, creano la quinta e sesta fila, la distanza di sicurezza è loro nemica, cercano di dominare il traffico e vi giuro, se siete in macchina o in moto loro saranno i vostri più acerrimi nemici!

Ieri dovevo andare in orfanotrofio ma la mia amica non poteva venire quindi mi sono armata di spirito d’avventura e ho preso il rickshaw. Il problema dell’ape taxi è che non ha le porte quindi tu ti puoi pettinare stile “figa impero” ma appena uscirai dallo sgabiotto sembrerai di sicuro “sfiga impero” io ormai ho perso le speranze e cerco sempre di proteggermi dal vento come posso. Un altro “rickshaw-problema” è il driver modalità “pilota di formula uno” di sicuro sarà anche attento a passare sopra a tutte le buche della strada, facendoti fare salti alti mezzo metro. Il problema si pone quando in rickshaw siamo in cinque, io sono seduta sulle ginocchia di qualcuno con il pericolo testate sulla “capotta” sempre in agguato. Il driver che si crede un nuovo Schumi non solo ti spacca la schiena a forza di buche e ti fa credere di essere nella nuova Maranello ma ti provoca anche ansie che credevi di aver seppellito. Quando sei seduto in un’ape piaggio (tutta di lamiera con zero cinture di sicurezza) e vedi che il driver non rallenta anche se vicinissimo c’è un SUV enorme, ti viene la tremarella e inizi a pensare che non vuoi morire in un ape, ecco proprio nel momento in cui credi che l’incidente sia inevitabile, il rickshaw driver sterza e schiva il SUV. Non riesco a capire come facciano, la sterzata poi ragazzi è da paura, roba che se non ti tieni stretto ti scaraventa fuori!

Con il rickshaw driver non sai mai come comportarti le prime volte e solitamente riesce ad ingannarti con maestria. Ecco tre semplici regole se siete appena arrivati in India (o arrivate a breve) e dovete interagire con il rickshaw driver:

1. se è giorno dovete esigere il meter se è notte contrattate sempre il prezzo… Sempre, anche se a voi sembra ridicolo chiedere 20 cent in meno voi contrattate.

2. Non chiedetegli di rallentare o accelerare lui non vi ascolterà. Mai.

3. Tenetevi stretti e godetevi l’avventura a volte sembra di essere in una giostra a Gardaland senza nessuna cintura di sicurezza!

 

Annunci

10 pensieri su “Rickshawwwwwww

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...