Il coniglio Frank

“Image we are all the same. Image we agree about politics, religion and morality. Image we like the same types of music, art, food and coffee. Image we look alike. Sound boring? Differences need not divide us. Embrace diversity. Dignity is everyone’s human right”

Gates Gill M., How Starbucks saved my life, New York, Penguin Group, 2008, p.34

 

Mancano 28 giorni, 13 ore, 9 minuti e 15 secondi al mio rientro a Fratte Centro ed io non riesco a pensare ad altro! Beh non è proprio vero, per esempio adesso sto pensando che venti giorni fa il padrone di casa mi disse: “a breve arriverà qualcuno per sistemare la carta da parati”, quel qualcuno ancora non si è visto! Non mi stupisce più di tanto, in India il concetto di tempo non esiste! Se una persona ti dice: “vengo domani” in realtà verrà quando gli pare, quando diventerai il suo stalker oppure mai. Non credo lo facciano apposta, semplicemente loro sono pacifici e godono a dire date a casaccio, prendere appuntamenti che non rispetteranno mai o trovare una scusa per giustificare il loro ritardo! Ma anche questo mi scivola addosso perché fra pochissimo torno a casa mia… solo per due mesi, ma chi se ne importa!

In questi giorni mi sono resa conto che una delle cose che più mi manca dell’Italia è vedere persone diverse fra loro, per strada o nei locali. Persone che vestono seguendo il proprio stile e non quello che gli impongono gli altri, persone con tagli di capelli diversi che variano dalla solita riga in mezzo, o per le più stravaganti, frangetta e capelli lunghi con la riga rigorosamente in mezzo! Quello che si percepisce vivendo in india è che certi indiani non vogliono vedere persone diverse da loro o con tradizioni diverse dalle loro. Hanno paura che noi expat possiamo portare il caos con le nostre diversità. Beh, a dire la verità il caos ve lo create da soli, ogni giorno, con il vostro modo di guidare, i vostri sputi e i rutti onnipresenti! Poi, siete in tantissimi, sbucate da ogni angolo, noi expat in confronto siamo una cagata di mosca, di cosa avete paura?! Nessuno vuole intaccare la vostra grandissima democrazia!

Vivere in india non è facile soprattutto perché nascono regole nuove ogni giorno. Un giorno gli vai bene, il giorno dopo sei una merda, semplicemente perché hai abbracciato in pubblico tuo marito o perché non sapevi che la canottiera è volgare e brutta brutta! Ma credi che io voglia sedurre tuo marito??? Scherzi?! Lo vedo ogni mattina in terrazzo con la canottiera bianca che rutta come un pazzo… Secondo te questo mi fa venire voglia di sedurlo? Ma fammi un piacere. Poi ho già il mio bel da fare con un marito e un cane perché dovrei volerne un altro?!

Questo paese è strano, da una parte cercano di eliminare qualsiasi differenza e dall’altra provano a differenziarsi in ogni modo da chi non è della stessa “casta”. Per esempio, tutti gli indiani che ho conosciuto da una semplice occhiata sanno dirti se quella persona è ricca o no, se la sua famiglia è benestante, medio-ricca o se sono dei poveracci, a volte si schifano a vicenda se l’altro è più povero/inferiore. Ma dico io, ma ci capiamo o no? Ste differenze le usate solo per prendervi per il culo fra di voi?!  Sono strani, poi se cerchi di farglielo notare, magari ridendoci sopra, ti guardano come se avessi detto una roba fuori dal mondo… ma se sei stato tu a dire che quello non può sposarsi con l’altra perché sono di caste diverse, perché lui è un poraccio e lei no! Poi diciamoci la verità questi matrimoni organizzati e semi organizzati… dai lo so che non ne andate fieri ma non potete farne a meno, quindi non raccontatemela menandola tanto lunga sul fatto che i matrimoni organizzati durano per sempre mentre noi divorziamo un sacco. Intanto non è vero, anche certi matrimoni organizzati finiscono, poi mettetevi un attimo nei miei panni, io immagino una donna bellissima come Bianca Balti costretta a sposarsi uno bello tanto quanto Giulio Andreotti…. Non verrebbe anche a voi voglia di ribellarvi?!

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...