No bevo più

Oggi qui a Pune è il “dry day”. Durante il “dry day” nessuno ti vende alcolici, sono i giorni più brutti dell’anno. Questi “dry day” si svolgono con una regolarità disarmante, quasi una volta ogni due mesi qualcuno decide che tu non puoi bere. Io non so più come spiegare il mio disappointment! Solitamente questi dry day si svolgono nel giorno esatto in cui tu hai un bisogno fortissimo di bere, lo fanno apposta c’è poco da dire. Per scoprire se domani sarà un giorno normale o sarà un maledettissimo “dry day” basta fare attenzione a piccoli particolari:

1. la gente si comporta in modo ancora più strano? Domani è dry day.

2. Il baracchino degli alcolici è quasi vuoto. Domani è dry day.

2. Tutti i non-indiani del tuo palazzo tornano con scorte di alcol che basterebbero per mesi. Domani è dry day.

Il dry day ha la stessa utilità di qualsiasi proibizionismo, spinge la gente a bere di più! Io quando scopro che è la “dry day’s vigilia” mi lancio dal baracchino degli alcolici e compro di tutto, dico veramente di tutto! Ma come ti permetti di decidere quando posso bere e quando non devo bere? Ma stai dando i numeri?! Boh gli indiani sono così loro inventano regole e feste che capiscono solo loro. Voi penserete: “ma ci sarà una logica che regola questi dry day.” Bene, se la trovate fatemi sapere!

Il “dry day” qui a Pune è cominciato ieri pomeriggio e finirà domani pomeriggio, tutto perché domani ci sono le elezioni. Perché io che sono italiana non posso bere durante le elezioni di Pune? Non ne ho idea. Ma soprattutto, perché la gente non può bere prima e durante le elezioni? Non siete la più grande democrazia al mondo? Il paese dei balocchi? Vi vantate sempre che meglio dell’India non c’è niente, che siete le menti più brillanti del mondo, siete un misto fra Einstein e Da Vinci e avete paura che i vostri elettori arrivino alle urne ubriachi?! Qualcosa non mi quadra.

Questa è solo una delle trecentomila stranezze che caratterizzano la “più grande democrazia al mondo”!

Per esempio prima di ogni film devi sorbirti la pappardella su quanto sia pericoloso il fumo o l’alcol e ogni volta che un attore fuma appare la scritta “fumare fa male”, oppure, ogni volta che un attore beve appare la scritta “bere o fumare è dannoso alla salute”. A parte il fatto che è un po’ fastidiosa questa scritta che compare ogni dieci minuti, per non parlare della pubblicità con l’indiano che mostra i suoi polmoni neri. Sono d’accordo sui rischi del fumo e bravi che lo ricordate ogni maledettissimo secondo, ma cari i miei indianini dalla testa traballante, non vi va di sprecare due parole per tutte le volte che bruciate la plastica in strada?! Perché sigarette e alcol sono cattivissimi ma bruciare la plastica è perfettamente normale?! Tralasciamo la puzza e le corse sfrenate per chiudere tutte le finestre, ma non vi sembra un po’ pericoloso per la salute? Non vi è mai venuto in mente di spendere due parole anche per questo? Lo so che chiedervi di iniziare a fare la raccolta differenziata è un po’ come chiedere a Bud Spencer di smettere di mangiare fagioli, ma almeno smettetela di bruciare qualsiasi cosa nel cortile di casa vostra!

L’ultima notizia che mi ha fatto capire quanto l’India sia contraddittoria l’ho letta ieri sul sito dell’Internazionale. In pratica l’articolo diceva che la corte suprema indiana ammette il terzo genere. In soldoni il transgender non è più costretto a riconoscersi come uomo o donna ma viene riconosciuto il terzo genere. Bene, benissimo, detta così sembra un passo in avanti, così avanti che noi dall’Italia sembriamo più indietro delle palle dei cani, se non fosse per il piccolo particolare che l’omosessualità in India rimane un reato. In pratica, se sei transgender sei tutelato ma se sei gay no! L’omosessualità è accettata, ma è comunque illegale. Non so voi, a me sembra un po’ contraddittorio. Giusto un pochino eh. Quindi faccio un appello pubblico. Caro indiano che sicuramente sarai mio follower, che mi spii ogni giorno (come credono i miei suoceri), servizi segreti indiani vi prego spiegatemi una volta per tutte come funzionano le cose qua perché io non capisco, rispondetemi velocemente come si fa con i bambini che chiedono sempre perché!

1. Perché vagare per strada nudi va bene ma i pantaloncini corti sono il male?

2. Perché fumare e bere fa male ma bruciare la plastica è cosa buona e giusta bene?

3. Transgender si e gay no. Perché?

4. Se le mucche sono sacre perché non posso mangiarle e riempirmi di sacralità?

5. Questi maledetti dry day. Esiste un calendario? Una logica precisa? Posso toccare blu, non giocare più e bere quando mi pare?

 

 

Annunci

2 pensieri su “No bevo più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...