Pollo terrorista

Una delle cose che colpisce il povero residente in India, è sicuramente l’ossessione degli indiani per il controllo all’entrata di qualsiasi edificio.

Quando ero in Italia e PCLPLDCDNT decideva di fare un dolce ma gli mancavano le uova, io andavo al supermercato e massimo quindici minuti dopo ero a casa, in India se succede una cosa analoga non sono di ritorno prima di un’ora. Per entrare al supermercato devi prima passare sotto il metal detector, farti controllare la borsa, farti perquisire (in un modo così spartano che se avessi delle bombe a mano in tasca non se ne accorgerebbe nessuno) e solo dopo ti lasciano passare… se sei fortunato. Si perché a volte la perquisizione/controllo viene divisa fra maschi e femmine, quindi in certi supermercati, se vado con PCLPLDCDNT devo fare una fila diversa, perquisizione diversa e devo aspettare che lui finisca. Un’agonia per due maledette uova. Stessa cosa per entrare nei locali!

La cosa più divertente è che loro controllano solo le borse delle donne, quindi quando PCLPLDCDNT arriva in un posto con il suo magnifico borsello nessuno gli dice niente e nessuno glielo controlla.

Voi penserete: “ma che cazzo vuoi? Gli indiani sono avanti, sono attenti alla sicurezza, dopo l’attentato del 2008 queste cose ci vogliono. Michela sei un’ingrata.”

Che gli indiani siano avanti lo credo anch’io, anzi, come si dice dalle mie parti: “così vanti che i pare indrio”, sono d’accordo anche sul fatto che un po’ più di sicurezza sia necessaria, non sono d’accordo sull’efficacia di questi controlli, semplicemente perché se passi sotto al metal detector e questo suona loro ti lasciano passare tranquillamente lo stesso!

Io non sono proprio la persona adatta per immedesimarmi nella mente di un terrorista, ho paura dei fuochi d’artificio e ho paura della violenza, ma se fossi un pericoloso terrorista di sicuro questi ridicoli controlli non mi spaventerebbero! Per esempio, quando entri in un parcheggio loro guardano con uno specchio sotto alla macchina e ti fanno aprire il bagagliaio. Prima di tutto spiegatemi perché io dovrei dare fuoco al mio palazzo?! Si ok alle volte posso avere qualcosa da dire con i miei vicini ma dare fuoco al palazzo in cui vivo mi sembra un po’ eccessivo. Altra considerazione, se io fossi un pericoloso terrorista che vuole dare fuoco al palazzo in cui vive magari le bombe le metterei dentro ad un borsone no?! E quel borsone lo metterei nel bagagliaio o sotto al mio sedile. Bene se un terrorista indiano ragionasse come me potrebbe tranquillamente portare bombe e farle esplodere senza il minimo fastidio. Si perché le “guardie” controllano il bagagliaio nel senso che te lo fanno aprire e loro lo richiudono e non guardano mai sotto i sedili della macchina! Io prego tutti i santi del mondo che nessun terrorista venga nel mio palazzo altrimenti siamo spacciati! Un’altra cosa che proprio non sopporto sono i controlli divisi all’aeroporto, femmine da una parte e maschi da un’altra.

Spesso io e PCLPLDCDNT viaggiamo insieme in l’India e immancabilmente ci tocca sorbirci i mille controlli. Pensate la sottoscritta, PCLPLDCDNT e le sue ventimila valige, il nostro ritardo cronico, la corsa affannosa verso il gate, corsa ad ostacoli per schivare gli sputi, divisione maschi e femmine e un quarto d’ora di caccia al marito! Si ah, perché per gli indiani perdere un quarto d’ora per cercare dov’è il proprio compagno è una cosa assolutamente normale! Non vi racconto i primi viaggi in india, i momenti di panico che mi assalivano quando uscendo dalla perquisa non trovavo né la valigia né il marito! Parlare in inglese in questi casi non serve a niente, nessuno parla inglese nel momento del bisogno!!!

Gli indiani sono così loro complicano le cose, questo è il paese della meditazione, della pace interiore …. Si ma devi guadagnartela! Troppo facile sporchi occidentali venire in India e sperare di trovare subito la vostra “inner peace” voi dovete sputare veleno e guadagnarvi il paradiso! Come quella volta tornando dalla Thailandia che prima di entrare in aereo ci fecero un ulteriore controllo e iniziarono a svuotare tutte le valigie… ovviamente divisi maschi e femmine! Sottolineo PRIMA di entrare in aereo, ci stavano imbarcando.

Io da brava scolaretta avevo il mio barattolo di amuchina, nessuno mi aveva mai fatto storie né in Italia né in India, viaggiavo con quel coso già da mesi. L’indiana addetta alla sicurezza inizia a guardarlo come se fosse uno strano oggetto arrivato da Marte e mi dice che non posso portarlo perché supera la dose di liquidi consentiti. Io annuisco ed entro in aereo un po’ perplessa, ci tengo a precisare che dentro al barattolo c’erano meno di 150ml di amuchina. Dopo circa dieci minuti di tentati oltraggi alla mia inner peace vedo un indiana che si alza, prende la valigia ed estrae una bottiglia da due litri di coca-cola piena d’acqua. In quel momento Gesù si tappò le orecchie e perdonò tutte le mie ingiurie, le maledizioni, i santi e le madonne. Quando mi calmai capì che erano tutte prove mandate dal divino e dalle sacre mucche per trovare la mia pace interiore, e chi lo sa magari per prosperare e diventare a mia volta una famosissima guardia all’entrata dei parcheggi!

 

P.s questo articolo non vuole offendere le guardie indiane, come farei senza i loro controlli proprio non lo so! Se qualche terrorista, indiano e cattivissimo sta leggendo questo articolo voglio dirgli: “caro terrorista, l’india ha già tanti problemi, non sparare alla tua gente. Stai tranquillo, vai a fare yoga, prova a diventare un santone e trasferisciti in occidente che vanno un sacco!

 

P.p.s PCLPLDCDNT significa “persona che lavora per la ditta causa del nostro trasferimento”.

Annunci

2 pensieri su “Pollo terrorista

  1. Son giorni che leggo il tuo blog, non riesco a smettere. Ora quando vedo un indiano qui, se siano pakistani o indiani non so, comunque mi vien da ridere da sola 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...